MOVIMENTO DELLA LUCANIA
HOME     CHI SIAMOCONTATTACIGALLERIAVIDEOARTICOLISOSTIENICIISCRIVITI

Creare lavoro
Useremo le tre fabbriche di FIAT chiuse o in via di chiusura (Termini Imerese, Irisbus Campania, Melfi) per produrre le auto elettriche di LUCANIA MOTORS. In oltre, ogni fabbrica avrà anche un reparto per le conversioni di vecchie auto a combustione in auto elettriche.  Più info sulle macchine elettriche>>
Petrolio
ISCRIVITI!
Sostieni il TUO Movimento
con una donazione di €20! 
© 2013 – Movimento della Lucania | www.miracololucano.it
Scarica il programma in PDF
-Lavoro
-Salute
-Istruzione
-Ambiente
-Tagli alla politica
-Trasparenza
-Democrazia Diretta

Circa la meta dei lucani NON usa internet. Dobbiamo informarli con opuscoli e materiale stampato.  
Questi Referendum sono a Costo ZERO 
Si potrà votare tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) OPPURE recandosi di persona ad una delle apposite stanze di computer al Comune o alla Regione. Questo strumento permetterà ai cittadini di intervenire direttamente e immediatamente nella gestione del governo locale. 

- LICENZIARE i politci immediatamente.
- Annullare accordi presi contro gli interessi dei lucani. (Es. Memorandum Petrolio)  
- CREARE LEGGI A FAVORE DEI CITTADINI
- Sfiduciare e scogliere le giunte corrotte

Visita il sito per vedere come funziona>>
*NOTA BENE. La piattaforma per il referendum NON è ancora operativo. 
Sarà operativo quando vincerà il Movimento della Lucania alle prossime 
elezioni Regionali. 

Isaia Giannetti, 37 anni fondatore del movimento. Prof.Giannetti, laureato a Boston College è nato negli USA da genitori italiani. 
CONSIGLIACI  AI  TUOI  AMICI  IN  FACEBOOK!
CLICCA, LEGGI, COMMENTA!
Democrazia Diretta, LICENZIAMENTO dei Politci
Nel 2011, ci sono state almeno 150 RECALL REFERENDUM negli Stati Uniti. 
Di queste, 75 pubblici ufficiali sono stati licenziati e altri nove hanno dato le 
dimissioni sotto la minaccia del licenziamento.

I politici continueranno a fare i LORO interessi fin quando non avremo questo provvedimento nel nostro Statuto Regionale.

Non si tratta dell'espulsione dal partito quando vai in un talk show bensì dell'INTERDIZIONE A VITA DAI PUBBLICI UFFICI IN BASILICATA per i politici che fanno il disinteresse dei lucani.
Abbiamo organizzato la petizione più grande della Basilicata sulla questione del petrolio lucano. Dopo di quello, Isaia Giannetti è stato messo AL BANDO dai media. Dal 2011 Prof. Giannetti non appare in TV o nei giornali locali.
Settore Mobile Imbottito
Il settore del mobile imbottito impiegava 14 mila persone nell'area Murgiana. Tanti di loro hanno perso il lavoro per la concorrenza sleale da parte di fabbriche che usano lavoratori pagati sotto il minimo sindacale. Alcuni politici nel distretto del mobile imbottito che avrebbero dovuto PROTEGGERE gli interessi delle aziende italiane hanno permesso questi abusi perché loro stessi lavorano per aziende private come Chateau d'Ax...che ironicamente proclama ARTIGIANI DELLA QUALITA' nei loro spot in TV!

Ecco cosa dobbiamo fare:

1. Inasprire le leggi e far CHIUDERE i salottifici ILLEGALI.
2. Creare la cooperativa Lucanetto, l’UNICA azienda di salotti al 100% gestita da e di proprietà di ARTIGIANI ITALIANI. 
3. Lanciare una campagna pubblicitaria per informare i consumatori del FALSO ‘Made in Italy’. 
4. Cercare contratti in Europa  e nei paesi emergenti presso alberghi, crociere, e altri settori di lusso garantendo "qualità della FRAU a prezzi di COOPERATIVA".   

LUCANETTO diventerà un nome e una garanzia per i consumatori che vogliono il VERO "Made in Italy" a prezzi contenuti. 
Fare tornare i nostri giovani cervelli
La presenza di prestigiose Università di Ricerca americane porterà benefici per tutto il territorio lucano.  

- Aiuterà le imprese in Basilicata a sviluppare nuovi prodotti. 
- Attirerà studenti dall'Italia e dall'estero e gli atenei offriranno l'opportunità ai giovani lucani di frequentare a prezzi ridotti per i residenti della Basilicata.
- Aiuterà la nostra giovane Università della Basilicata con progetti e ricerche collaborative e integrando l'offerta formativa.
Ambiente
Con un'ORDINANZA EMERGENZIALE VIETEREMO l’importazione di rifiuti da fuori 
Regione finché non si riesca a debellare la crisi TUMORALE in Basilicata. 

Monitoreremo via satellite le discariche abusive e imporreremo SANZIONI PENALI per i violatori. Avvieremo un'operazione di bonifica di tutte le aree inquinate rivelate dal sopraluogo e dal monitoraggio.  
Da anni i politici lucani promettono di creare lavoro e tutelare la nostra salute. Hanno fatto l’esatto opposto. Dobbiamo rinegoziare le royalties e usare l'introito dai pozzi esistenti per creare lavoro SOSTENIBILE. 

Questo significa COSTRUIRE le migliori SCUOLE e OSPEDALI in Italia, AUTO ELETTRICHE, ENERGIE ALTERNATIVE residenziali (non nei campi), INFRASTRUTTURE, rilanciare l’AGRICOLTURA e il TURISMO lucano e investire negli OSPEDALI e UNIVERSITÀ di RICERCA per far tornare i nostri cervelli fuggiti che sfornano brevetti da miliardi di euro all'estero.
Settore Automobilistico
I lucani avranno le bollette energetiche ridotte o azzerate e non servirà più la benzina alla macchina.

Abbiamo speso €4,5 milioni per separare i rifiuti e trasferirli nelle discariche della Basilicata. Purtroppo, i rifiuti sono stati versati nelle discariche SENZA SEPARARLI!! e sono stati ARRESTATI per traffico di rifiuti e associazione a delinquere: 
1) Giovanni Castellano, titolare dell’azienda che gestiva la discarica di Salandra 
2) Cosimo Guida, titolare dell’azienda che gestiva la discarica di Tricarico. 
3) Giovanni Agoglia, responsabile del centro di trasferimento di Tito 
4) Gaetano Papaleo, uno dei responsabili della discarica di Lauria. 
5) Bruno Longo, impiegato nella discarica di Tricarico. 

 Quante macchine da riciclo avremo potuto comprare con €4,5 milioni?? 
Creando queste macchine in Basilicata potremo anche creare LAVORO.
Agricoltura
La Basilicata ha molte più eccellenze agroalimentari rispetto all’Emilia Romagna o altre Regione. Ma a differenza degli emiliani (che hanno una cultura imprenditoriale consolidata), 
noi non siamo stati capaci di creare marchi riconoscibili ed esportarli nel mondo. 

Perciò creeremo marchi Regionali e consorzi come Parmigiano (Emilia Romagna) e Melinda Mele (Trento) e una squadra che si occuperà degli aspetti commerciali (creare i marchi, sviluppare reti di distribuzione, esportazioni, spot pubblicitari) Gli agricoltori continueranno a coltivare i prodotti eccellenti di sempre, noi creeremo per questi prodotti una domanda alta e un ottimo prezzo di mercato.
Frutta lucana che balla negli spot televisivi e peluche venduti nei supermercati per AUMENTARE LA PRESENZA DEI NOSTRI PRODOTTI IN EUROPA. 
"100% NATURAL, 100% LUCANIA!"
Abbiamo un grano di nicchia che vale ORO ma se lo MISCHIAMO con il grano dell'UCRAINA; Se non SPIEGHIAMO ai consumatori PERCHE' il nostro grano sia SPECIALE e perché COSTI di più; LO VENDEREMO SEMPRE ALLO STESSO PREZZO DI QUELLO UCRAINO.